Agenda

Alipio C Neto

YOUR AGENDA (Come / Venite): Looking forward to this concert in Milano

Esce il 27 novembre il progetto in doppio cd del quartetto composto da Alvin Curran, Giancarlo Schiaffini, Alipio Carvalho Neto, Sergio Armaroli dal titolo “from The Alvin Curran Fakebook – The Biella Sessions”. Il progetto sarà presentato in concerto a Milano lo stesso 27 novembre 2017 alle ore 21 presso il prestigioso Teatro Out Off, da quarant’anni al centro della scena sperimentale e di ricerca all’interno dell’innovazione dei linguaggi di espressione artistica.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1529756143784487&set=a.1144696985623740.1073741827.100002503481046&type=3&theater

EQUIVALENCES

Music, Performance, Visual Arts, New Media
November 16-20, 2017 | BETON7 | Athens, Greece
http://www.camerata.eu/en/calendar/273?Y=2017&m=11&d=16

This year’s project of Camerata Mobile supports the creative exchange between young musicians coming from different countries and explores their various artistic perspectives and approaches. The audience gets the chance to experience images, sounds and movements in innovative ways they have not seen or heard before. The systematic and coherent translation of artistic projects and various domains of the arts can be called ‘Equivalents’, and a diverse range of films, performances, new media works and concerts are taking place during ‘EQUIVALENCES’.

https://www.facebook.com/events/1445656655469702/?acontext=%7B%22ref%22%3A%2222%22%2C%22feed_story_type%22%3A%2222%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D&pnref=story

COME / VENITE: ON THE ROAD FILM FESTIVAL V


Mike Cooper + Alípio Carvalho Neto + Roberto Bellatalla + EISENSTEIN = MUSIC for FILM (Ottobre / Октябрь)
DOM 5 NOVEMBRE > APERTURA FESTIVAL
19.00 Aperitivo / festa inaugurale: 20 anni di Detour, 5 anni di OTRFF, 100 anni di Rivoluzione d’Ottobre!
20.00 OCTOBER di Sergej Michajlovič Eisenstein
live impro music soundtrack
Mike Cooper: chitarra lap steel /elettroniche
Alípio Carvalho: sax
Roberto Bellatalla: Contrabbasso
Evento Speciale – Anteprima assoluta URSS 1928 ’94
La serata di apertura 2017 è l’occasione per festeggiare assieme tre ricorrenze che ci interessano da vicino. Prima tra tutte i 20 anni del Detour, avamposto di cinema indipendente di qualità, senza compromessi, dal 1997 al rione Monti, nel cuore di Roma. Quinto anno, poi, per On The Road Film Festival, panoramica del miglior cinema internazionale indipendente sul viaggio e la frontiera. Infine, allargando l’orizzonte, esattamente cento anni fa si compiva in Russia la Rivoluzione d’Ottobre culminata nella presa del Palazzo d’Inverno. Dieci anni dopo, il film epico e surreale di Sergei Eisenstein ricreava la rivolta del 1917, con deflagrante libertà e sregolatezza di forme e contenuti e anarchia cinematica. La celebrazione in spirito gioiosamente anarchico dei tre anniversari è affidata alla colonna sonora eseguita dal vivo da tre grandi musicisti internazionali, maestri dell’improvvisazione: Mike Cooper, Alípio Carvalho e Roberto Bellatalla.

http://www.cinedetour.it/newsletter/en/2017/11/05/on-the-road-film-festival-2017-programma-concorso/

MUSICALMOODS – SEMPRE LIBERA 2, Embodied

domenica 25 giugno ore 18.30

Il teatro di Tor Bella Monaca di Roma e l’Universita’ di Roma Tor Vergata in collaborazione con la University of California Irvine (USA), presentano “Sempre Libera 2, Embodied”, un concerto internazionale di musica elettroacoustica, danza e video design dal vivo che sfrutta tecnologie di prossima generazione sviluppate all’interno del progetto Europeo Musical-Moods.
L’evento sara’ preceduto da un incontro con l’autore, il Dott. Fabio Paolizzo, e gli artisti. Durante l’incontro verra’ data un’attenzione speciale sia al processo estetico che all’uso delle tecnologie di motion capture e creativita’ computazionale impiegate per la realizzazione dell’opera.

“Sempre Libera 2, Embodied” e’ l’ultima composizione interattiva di Fabio Paolizzo. Il lavoro prende spunto dalla Traviata di Giuseppe Verdi.

http://www.teatriincomune.roma.it/events/musicalmoods-sempre-libera-always-free-2/

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1412888235471279&id=100002503481046&pnref=story

The Alvin Curran Fakebook

Sexta-feira, 27 de janeiro às 21:30

Le Rane di Testaccio, via Galvani, 29/29A 00153 ROMA t. 06

Quartetto

Alvin Curran, pianoforte, Shofar, computer
Alípio Carvalho Neto, sassofoni
Giancarlo Schiaffini, trombone
Sergio Armaroli, percussione

Il Fakebook rappresenta Alvin Curran nel suo modo peculiare di approcciare la musica; quello che il compositore conosce e può prevedere è la forma, non il contenuto. Nella musica di Curran coesistono la scrittura convenzionale, l’improvvisazione, la creazione estemporanea, e la sua principale caratteristica non è armonica, melodica o ritmica, bensì timbrica; è un personalissimo paesaggio sonoro di suoni strumentali e ambientali catturati in quasi sessanta anni di caccia musicale. Questo organico ha appena terminato di registrare un doppio CD dedicato al Facebook di Alvin Curran, e ne ripropone una parte in concerto.

5740240https://www.facebook.com/events/654942441356953/

Tre eventi UNICI ed IMPERDIBILI con il poeta ed artista visivo greco DEMOSTHENES AGRAFIOTIS.

16105501_10211667926843254_8000557618070643742_n

(http://dagrafiotis.com/)

24 gennaio – Galleria INTERZONE
25 gennaio – BLUTOPIA
28 gennaio – Cine DETOUR
———————————————————————————-
1° evento:
24 GENNAIO, ORE 20:00 – Galleria INTERZONE, via Avellino 5 (PIGNETO) (http://www.interzonegalleria.it/it/)

L’artista presenterà parte del suo lavoro fotografico da martedì 24 fino a sabato 28 Gennaio. Al vernissage ci sarà una performance dello stesso autore.

Esposizione Fotografica:
“Photography as Performance. Performance as Photography” [Intentions – Intensions];
“DADA_scapes”.{Athens, Venice, NY }. (Exhibition-projection of photos} 100 years of DADA;

Performance: “Arte , Poesia.Crisis” con:
DEMOSTHENES AGRAFIOTIS (voce, azioni)
———————————————————————————-
2° evento:
25 GENNAIO, ORE 19:30 – BLUTOPIA, via del Pigneto 116
(https://www.facebook.com/blutopiastore/):

L’artista proietterà immagini di alcune sue poesie visive, interpretandole con l’intervento improvvisativo dei musicisti.

“SoundS, SightS”, variations on noises, poems and images.
DA/DA, con:

DEMOSTHENES AGRAFIOTIS (voce, poesia)
LUCA VENITUCCI (fisarmonica, elettronica)
ALÍPIO CARVALHO NETO  (sassofoni)
GIANCARLO SCHIAFFINI (trombone)
———————————————————————————-
3° evento:
28 GENNAIO, ORE 20:30 – Cine DETOUR, via Urbana 107 (Monti)
(https://www.facebook.com/cinedetour):

Incontro creativo tra poesia e musica:
parole, suono, improvvisazione, dialogo, scontro. Equivalenze tra suono vocale e suono strumentale, tra suono elettronico e acustico.
Dopo il concerto ci sarà la proiezione di alcuni video dello stesso artista.

“EQUIVALENCES”. Poesia & Musica / Poetry & Music.
Demosthenes Agrafiotis + Alípio C Neto Diggin’
con:

DEMOSTHENES AGRAFIOTIS (voce, poesia)
ALÍPIO CARVALHO NETO  (sassofoni, elettronica)
DANIELE DI PENTIMA (batteria)
LUIGI DI CHIAPPARI (fender rhodes)
RICCARDO DI FIANDRA (basso acustico)

Proiezione dei video: “24, Pideo, Voetry”; “Calligraphein”; “Entopies”; “E=mc2”.

https://www.facebook.com/events/1112810058844885/?notif_t=plan_admin_added&notif_id=1484584046652928

MUSICAL MOODS: SEMPRE LIBERA / ALWAYS FREE

Teatro Tor Bella Monaca
musicalmoods
30/09/2016 Musica

giovedì 29 e venerdì 30 settembre ore 21
dalla Traviata di Giuseppe Verdi
di Fabio Paolizzo
con Moods Ensemble
Giancarlo Schiaffini – Trombone, Eugenio Colombo – Sax contralto, Francesco Lo Cascio – Vibrafono, Alípio C Neto – Sax tenore & Direzione ensemble, Fabio Paolizzo – VIVO sistema di musica interattiva & Composizione
e con
Lisa Naugle – Coreografia DTM2 dance ensemble and friends
John Crawford – Active Space intermedia performance system & video design

Dip. Ingegneria Elettronica Università di Roma Tor Vergata & Master in Sonics Arts

Concerto internazionale di musica jazz/elettronica ed improvvisazione, danza e video, in telepresenza con l’Università della California Irvine. Attraverso l’uso di tecnologie interattive, gli artisti realizzeranno una performance in diretta streaming tra Italia e USA. La performance è parte del progetto Europeo Musical-Moods, rivolto all’apprendimento delle emozioni per le intelligenze artificiali.

BIGLIETTI
intero 10,00 Euro
ridotto 8,00 Euro
info e prenotazioni 06/ 2010579
promozione@teatrotorbellamonaca.it

http://www.teatriincomune.roma.it/events/musical-moods-sempre-libera-always-free-2/

INTERMEDIA LAB

Diretto da Alípio Carvalho Neto

Lunedì 20 giugno 2016, ore 14-18
Auditorium “E. Morricone”
Facoltà di Lettere – Università di Roma “Tor Vergata”
Via Columbia, 1 – Roma
Conferenze-Workshop con
Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Gianfranco Tedeschi, Stefano Cogolo, Marco Ariano e Marco Pace

http://mastersonicarts.uniroma2.it/2016/06/17/intermedia-lab-laboratorio-sullimprovvisazione-musicale/

INTERMEDIA LAB intende esplorare i processi creativi nell’incontro tra musica, intesa sia come improvvisazione che come composizione, arte visiva e tecnologia. I partecipanti saranno coinvolti in esperienze pratiche rivolte all’uso di tecniche diverse di improvvisazione e composizione e inserite in contesto di creazione musicale e intermedia.
Attraverso una varia gamma di esercizi, tra cui l’ascolto, l’improvvisazione, la composizione, la performance, si studieranno nuovi paradigmi di pratica creativa che saranno sviluppati in una serie di progetti individuali o in collaborazione. Si affronterà l’uso creativo e tecnico del suono e la sua integrazione con i media visivi. L’accento sarà posto sullo sviluppo di competenze estetiche e critiche per la creazione di opere che coinvolgono il suono, l’immagine e l’interazione in tempo reale, in una varietà di contesti, tra cui free-improvised music, improvvisazione-composizione, installazione e live.

INTERMEDIA LAB intends to explore the creative processes in the encounter among music, understood both as improvisation and composition, visual art and technology. Participants will be involved in practical experiences, the use of different techniques of improvisation and composition, placed in the context of musical creation and intermedia.
Through a varied range of exercises, including listening, improvisation, composition, performance, we will study new paradigms of creative musical practice that will be developed into a series of individual projects or in collaboration. It will address the technical and creative use of sound and its integration with the visual media. The focus will be on developing skills and aesthetic criticism for creating works involving sound, image and interaction in real time, in a variety of contexts, including free-improvised music, improvisation-composition, installation and live.

Iato Orchestra conduction: Alvin Curran

Giovedì 12 maggio h.22.00
Angelo Mai
Viale delle Terme di Caracalla 55

con Eleonora Bruni (voce), Martina Fadda (voce), Ersilia Prosperi (tromba), Stefano Di Cicco (tromba), Mario Camporeale (trombone), Enrica Vatteroni (trombone), Michael Thieke (sax contralto, clarinetto), Alípio C Neto (sax tenore e soprano), Errico De Fabritiis (sax contralto), Luca Venitucci (pianoforte), Francesca Palombo (fisarmonica), Francesco Lo Cascio (vibrafono), Luca Tilli (violoncello), Tiziano Carone (viola), Andrea Pesce (synth), Antonia Gozzi (elettronica), Stefano Acunzo (basso elettrico), Gianfranco Tedeschi (contrabbasso), Cristiano De Fabritiis (batteria), Riccardo La Barbera (pianoforte, voce e radio).

Iato Orchestra è un grande ensemble nato spontaneamente da un gruppo di musicisti con l’intento di esplorare insieme nuove e diverse possibilità creative di fare musica. Centro di aggregazione di questa realtà è stata la rassegna Iato, che dal 2003 al 2012 ha organizzato stabilmente concerti di musica di ricerca presso “Il Cantiere”, storico spazio sociale a Trastevere (Roma).
Dai primi incontri del 2010, fondati sulla libera improvvisazione, il gruppo si è’ poi confrontato con le composizioni e le conduction a cura di Mike Cooper (“Que viva Mexico”), Alvin Curran, Roberto Bellatalla, Tim Hodgkinson, Gianfranco Tedeschi, Elio Martusciello, Luca Venitucci, Stefano Tedesco, Fabrizio Spera, Amy Denio. Dal 2012 è attiva la collaborazione con l’Angelo Mai.

Alvin Curran ha iniziato il suo percorso musicale nel 1965 a Roma come co-fondatore del gruppo Musica Elettronica Viva, affermandosi come solista e compositore sulla scena dell’avanguardia. Negli anni Settanta ha creato una serie di opere da solista per sintetizzatore, voce, suoni registrati, oggetti trovati, sviluppando nuovi spazi musicali al di fuori delle sale da concerto – in laghi, porti, parchi, edifici, cave e grotte. Dagli anni Ottanta, ha creato concerti radiofonici per tre e poi sei grandi complessi orchestrali, eseguiti e trasmessi simultaneamente in molte capitali europee. La musica di Curran abbraccia tutte le contraddizioni (composizione / improvvisazione, tonalità / atonalità, massimalismo / minimalismo…) in un sereno incontro dialettico. Le sue oltre 150 opere includono suoni naturali registrati e campionati, pianoforte, sintetizzatori, computer, violino, percussioni, shofar, sirene da nave, fisarmoniche, cori.

Philosophy of Improvisation Workshop: 17th-18th April 2016

17th April – St Mary’s Heritage Centre, Gateshead NE8 2AU
18th April – Concert Room, Durham University Music Department, Palace Green, Durham DH1 3RL
A two-day workshop consisting of talks and discussions that explore the thinking behind improvisation. The event aims to challenge the received view that improvisation in musical performance is a kind of ‘instant composition’, with lower artistic status than composition. Alternative approaches to thinking about the topic will be presented, focusing on the aesthetic value of spontaneity and energised performance. The workshop will explore the concept of an ‘aesthetics of imperfection’ in which spontaneous process is valued over finished product. While this aesthetic is expressed most clearly in the work of improvising musicians, it’s also necessary for higher level creative performance while following a score. The concept thus deepens our capacity to understand and appreciate both improvised and composed music.

The workshop is aimed at performers, promoters, producers, researchers, teachers and jazz enthusiasts. Participants include improvising musicians Louise Gibbs and Steve Beresford from the UK; Mike Baggetta and Kris Tiner from the US; Alípio C. Neto from Brazil; writers Philip Clark and Andy Hamilton, and promoters and record producers.

WORKSHOP SCHEDULE

Sunday 17th April – St Mary’s, Gateshead (next to the Sage), NE8 2AU
11:00 – 11:20: Introduction from Andy Hamilton
11:20 – 12:00: Louise Gibbs: “Capturing Clouds: Evaluating Art in Musical Improvisation”
12:00 – 12:40: Donnchadh O’Conail: “Risk in Improvisation and in Comedy”

Break

13:40 – 14:20: Gargi Shinde: “Continuity, Virtuosity, Hypothesis: Improvisation in Classical Indian music theory and Performance”
14:20 – 15:00: Kris Tiner: “Exploding the Classical Ideal of Composition”

Break

15:30 – 16:10: Paul Edis: “Decisions, revisions, intention and integrity – a subjective understanding of composition and improvisation”
16:10 – 17:00: Panel – Steve Beresford, Nick Southgate (plus selection of other contributors)

Monday 18th April – Durham University Music Department, Palace Green, Durham, DH1 3RL
10:00 – 10:40: Philip Clark: “Dave Brubeck and Charlie Parker On The Road, 1953”

Break

11:00 – 11:40: Mike Baggetta: “Listening and Openness: An Improvising Musician’s Perspective”
11:40 – 12:20: Simon Reynell: “Limits of imperfection: free improvisation and melody”

Break

13:00 – 14:00: Recital by Mike Baggetta and Kris Tiner.
14:00 – 14:40: Alipio Carvalho Neto: “Through the continuum: Interconnecting improvisation and musical performance”

Break

15:00 – 15:40: Paul Bream: “Improvised Music and its Audience”
15:40 – 16:30: Panel – Becky Wallbank, Alister Spence (plus selection of other contributors)

This is a free but ticketed event.
For the Sunday program please book tickets from the Sage Box Office on 0191 443 4661 or email ticketoffice@sagegateshead.com
For the Monday programme, please contact Lara at l.a.pearson@durham.ac.uk

www.andyhamilton.org

CHARLIE KOHLHASE / ALÍPIO C. NETO QUINTET  AT OUTPOST 186

FullSizeRender(1)

Brazilian saxophonist (and current Rome resident) Alípio C. Neto is visiting the area this week. Charlie Kohlhase & Alípio C. Neto: saxophones; Daniel Rosenthal: trumpet & flugelhorn; Bill Lowe: tuba and Curt Newton: drums.

Thursday March 24, 2016

20:00 – 22:00

Outpost 186, 186 1/2 Hampshire Street, Inman Square, Cambridge, MA

(mappa)

http://www.outpost186.com

http://www.charliekohlhase.com

 

UTOPIAN LISTENING

the Late Electroacoustic Music of Luigi Nono
Technologies, Aesthetics, Histories, Futures

nono_arms_outstretched

International Conference/Workshop/Concerts
March 23-26, 2016

Tufts University
Medford, Massachusetts, USA
co-sponsored by Tufts and Harvard Universities

Friday, March 25

4:30–6:30

Workshop 4 Post-prae-ludium n.1 per Donau
Joseph Auner, moderator. Max Murray, Joshua Fineberg, and Alípio Carvalho Neto.

https://music.fas.harvard.edu/nono_Utopian%20Listening%20Program.pdf

https://music.fas.harvard.edu/nono.html

 

invito_M4A-MADE4ART_afterNotations

Festival 5 Giornate | afterNotations – a cura di Sergio Armaroli

Sergio Armaroli, Marino Baldissera, Sylvano Bussotti, Alipio Carvalho Neto, Giuseppe Chiari, Irlando Danieli, Dan Di Maggio,
Matteo D’Amico, Maurizio Gabrieli, Francesca Gemmo, Giuseppe Giuliano, Daniele Lombardi, Diego Minciacchi,
Giorgio Nottoli, Francesco Maria Paradiso, Riccardo Piacentini, Steve Piccolo, Walter Prati, Fabio Selvafiorita,
Giancarlo Schiaffini, Riccardo Sinigaglia, Rossella Spinosa, Gabrio Taglietti, Riccardo Vaglini, Massimiliano Viel
M4A – MADE4ART, Milano | 18 – 22 marzo 2016
Inaugurazione venerdì 18 marzo, ore 15
In collaborazione con
Festival 5 Giornate – Milano: Cinque Giornate per la Nuova Musica

Il Festival è stato inserito dal Comune di Milano nel Palinsesto “Ritorni al Futuro” e vede la collaborazione di:
Museo del 900, Mudec, Umanitaria, Milano Classica, Teatro del Buratto, RAI, Suvini Zerboni-Sugar Music,
Sconfinarte, StudioSelva, Made4Art.

merc 2 mar 2016

Iato Orchestra in concerto
soundpainter: Giancarlo Nino Locatelli

Eleonora Bruni: voce
Martina Fadda: voce
Michael Thieke: clarinetto
Errico De Fabritiis: sassofoni
Alipio C Neto: sassofoni
Stefano Di Cicco: tromba
Ersilia Prosperi: tromba
Mario Camporeale: trombone
Enrica Vatteroni: trombone
Luca Tilli: violoncello
Andrea Pesce: sintetizzatore
Luca Venitucci: fisarmonica
Francesca Palombo: fisarmonica
Francesco Lo Cascio: vibrafono
Riccardo La Barbera: pianoforte
Stefano Acunzo: basso elettrico
Andrea Grossi: contrabbasso
Cristiano De Fabritiis: batteria
Iato Orchestra è un grande ensemble nato spontaneamente da un gruppo di musicisti con l’intento di esplorare insieme nuove e diverse possibilità creative di fare musica. Centro di aggregazione di questa realtà è stata la rassegna Iato, che dal 2003 al 2012 ha organizzato stabilmente concerti di musica di ricerca presso “Il Cantiere”, storico spazio sociale a Trastevere (Roma).
Dai primi incontri del 2010, fondati sulla libera improvvisazione, il gruppo si è’ poi confrontato con le composizioni e le conduction a cura di Mike Cooper (“Que viva Mexico”), Alvin Curran, Roberto Bellatalla, Tim Hodgkinson, Gianfranco Tedeschi, Elio Martusciello, Luca Venitucci, Stefano Tedesco, Fabrizio Spera, Amy Denio. Dal 2012 è attiva la collaborazione con l’Angelo Mai.

Giancarlo Locatelli è nato nel 1961: le prime lezioni di musica le ha ricevute dal padre fisarmonicista e nel 1985 si è diplomato in clarinetto al conservatorio di Verona. Gli studi accademici non gli hanno però precluso la pratica dell’improvvisazione, nella quale si è distinto suonando con Steve Lacy, Peter Kowald, Paul Lovens, Eliott Sharp, Zeena Parkins, Wadada Leo Smith e molti altri. Ha collaborato con performer e poeti quali Franco Beltrametti, Antonello Cassinotti, Rita Degli Esposti e Alda Merini.

http://www.angelomai.org

 

dom 6 dic

ore 19.00

in collaborazione con Termini TV

Detour on the Road Film Fest Special Guests

Video-interviste agli autori ospiti del festival e presentazione del progetto Termini Tv

ore 19:30

SILENT FILM/LIVE MUSIC – Prima assoluta / World Premiere

LIMITE
di Mario Peixoto
1931, BRASILE. 115′

LIVE MUSIC Alípio Carvalho Neto: saxophone / Mike Cooper: lap steel guitar & electronics

mariopeixoto

Il film. Un uomo e una donna alla deriva su una barca a remi in mezzo al mare. Il loro passato riaffiora in una serie di flashbacks. Citato spesso come “il più grande film brasiliano di tutti i tempi”, Limite è un capolavoro surrealista del cinema muto che narra le inquietudini del genere umano, realizzato nel 1931 dal regista-romanziere Mario Peixoto, ammirato tra gli altri da Orson Welles, Eisenstein, Sadoul e Walter Salles.

Mike Cooper (Reading, Uk) classe 1942, è musicista, compositore, cantante, autore, improvvisatore, chitarrista slide, “collagiste” del suono, artista radiofonico, architetto del suono e performer per film muti. Sperimentatore raffinato, agli inizi degli anni Settanta ha rilasciato dischi fondamentali per il movimento avant blues e rimasterizzati nel 2014. Negli anni Novanta ha virato verso la musica hawaiana, mischiandola con le sonorità polinesiane e il blues, con la collaborazione di musicisti come Arthur Lyman e Viv Dogan Corringham, vere e proprie istituzioni della musica dell’arcipelago. Residente a Roma, colleziona camicie hawaiane.

Alípio Carvalho Neto. Nato a Floresta (Brasile), compositore, poeta e saggista, nel 1997 si è trasferito in Portogallo dove ha portato avanti ricerche presso l’Università di Évora nel campo della musica e della letteratura, in particolare cinese ed araba. Ha diretto due formazioni internazionali e ha formato a New York, un quartetto, l’Alípio C Neto Quartet, con il quale ha suonato e registrato il suo album The Perfume Comes Before the Flower (Clean Feed, 2007), eletto dalla critica americana ed europea tra i migliori dell’anno. Riconosciuto come una delle voci più originali delle avanguardie del jazz contemporaneo.

The movie: sometimes cited as the greatest of all Brazilian films, this 120-minute silent experimental feature by novelist Peixoto, who never completed another film, was seen by Orson Welles and won the admiration of everyone from Sergei Eisenstein to Georges Sadoul to Walter Salles. A man and two women lost at sea in a rowboat. Their pasts are conveyed in flashbacks throughout the film. The unusual structure has kept the film in the margins of most film histories, where it has been known mainly as a provocative and legendary cult film.

http://www.cinedetour.it/newsletter/2015/12/06/?cat=376&future=all

Mike Copper for the past 40 years has been an international musical explorer, performing and recording, solo and in a number of inspired groupings and a variety of genres. Initially a folk-blues guitarist and singer songwriter his work has diversified to include improvised and electronic music, live music for silent films, radio art and sound installations. He is also a music journalist, writing features for magazines, particularly on Pacific music and musicians, a visual artist, film and video maker, collector of Hawaiian shirts and appears on more than 60 records to date.

The most famous line in Mike Cooper’s biography is “turned down an offer to join the Stones.” He did so in the early 1960s, while he was running a blues club in Reading; for this, he has earned some mild rock-history infamy, but given his trajectory since then it’s unlikely he stuck around to observe it. Cooper had other things on his mind, and if he had joined the Stones, he might never have gotten to any of them: he’s a collage artist, a painter, a world traveler, a sometime-music journalist, and a Hawaiian shirt enthusiast who will lecture you on the complicated post-colonial origins of the Hawaiian shirt. In Cooper’s rich, erstwhile life, the Stones were bit players, a group of well-meaning British boys inviting him down a very dull-seeming road.

After he and the Stones parted ways, Cooper departed England for the south of Spain, spending time in Almuñécar, reading Borges and 12th-century and Muslim philosophy and formulating an approach for the solo records he began producing in 1969 for the Dawn label. Trout Steel, in 1970, was his second solo album and his first landmark statement;Places I Know and Machine Gun Co., his fourth and fifth, were released in 1971 and ’72. Cooper intended the two to be released at once, as a double album, but in “a corporate decision that involved musical taste, economics, politics and men in suits with cigars and bad taste in ties,” as he deadpanned to Aquarium Drunkard, they were released separably.

Alípio Carvalho Neto was born in Floresta, Sertão of Pernambuco, Brazil. Alípio initiated his musical studies first at home with his father, then at the Music School of Brasília (EMB). He received his Ph.D. with distinction in Music History, Sciences and Techniques from the University of Rome 2 Tor Vergata. He also has a Master Degree in Literary Theory. He moved in 1997 to research in the areas of music and literature at the University of Évora, with a special focus on the Chinese and the Arabic poetics. He released numerous albums as a leader or co-leader and many as a sideman that were highly acclaimed by international audiences and critics. Alípio is an active performer, composer, improviser, poet, educator, and scholar dedicated to Interdisciplinary Music Studies. He collaborates with various intermedia and transdisciplinary projects, including contemporary and electronic music ensembles, silent film music, dance, theatre, and visual artists.

Martedì 20 ottobre 2015 h:22.00 Angelo Mai Altrove – via delle terme di caracalla 55a, Roma

 

IATO ORCHESTRA in concerto
conduction: AMY DENIO / ELIO MARTUSCIELLO

Amy Denio – sax contralto, conduction
Elio Martusciello – laptop, chitarra elettrica, conduction
Luca Venitucci – pianoforte, fisarmonica
Eleonora Bruni – voce
Michael Thieke – clarinetto
Alípio C Neto – sassofoni
Ersilia Prosperi – tromba
Stefano Di Cicco – tromba
Mario Camporeale – trombone
Enrica Vatteroni – trombone
Francesco Lo Cascio – vibrafono
Luca Tilli – violoncello
Andrea Pesce – synth
Antonia Gozzi – elettronica
Stefano Acunzo – basso elettrico
Roberto Bellatalla – contrabbasso
Gianfranco Tedeschi – contrabbasso
Cristiano De Fabritiis – batteria

IATO ORCHESTRA
Iato Orchestra è un grande ensemble nato spontaneamente da un gruppo
di musicisti con l’intento di esplorare insieme nuove e diverse
possibilità creative di fare musica.
Centro di aggregazione di questa realtà è stata la rassegna Iato, che dal 2003 al 2012 ha organizzato stabilmente concerti di musica di ricerca presso “Il Cantiere”, storico spazio sociale a Trastevere (Roma).
Dai primi incontri del 2010, fondati sulla libera improvvisazione, il gruppo si è’ poi confrontato con le composizioni e le conduction di Mike Cooper (“Que viva Mexico”), Alvin Curran, Roberto Bellatalla, Tim Hodgkinson, Gianfranco Tedeschi, Elio Martusciello, Luca Venitucci, Stefano Tedesco, Fabrizio Spera.

AMY DENIO
Amy Denio e’ una polistrumentista americana residente a Seattle, compositrice di musica per spettacoli di danza contemporanea, cinema e teatro, songwriter e improvvisatrice. Definita spesso come una musicista avant-jazz difficilmente catalogabile, il suo immaginario si ispira profondamente alla world music. I suoi strumenti sono la voce, il sax contralto, il clarinetto, la fisarmonica, il basso elettrico, la chitarra. Tra i progetti che attualmente la coinvolgono troviamo The Tiptons Sax Quartet (originariamente The Billy Tipton Memorial Saxophone Quartet) e Die Resonanz Stanonczi, un gruppo folk radicale di base a Salisburgo, Austria. Ha anche collaborato con la Pat Graney Dance Company, con la David Dorfman Dance Company, con Victoria Marks, e molti altri coreografi.
La sua prima uscita discografica e’ “No Bones” , in cassetta, per la sua etichetta, la Spoot Music, nel 1986. Il suo primo LP e’ con The Entropics (1987). Fonda le Tiptones nel 1987, e inizia i Tone Dogs con il bassista Fred Chalenor. Il primo disco dei Tone Dogs, “Ankety Low Day”, viene nominato per un Grammy Award. Da allora ha suonato e registrato con (tra gli altri) : Matt Cameron, KMFDM, Curlew, Fred Frith, Pointless Orchestra, Francisco López, Danny Barnes, Pale Nudes, Blowhole, the Danubians, The Science Group, Chris Cutler, Guy Klucevsek, Pauline Oliveros, Relâche Ensemble, Hoppy Kamiyama, Derek Bailey, Chuck D, Dennis Rea, Bill Rieflin, Quintetto alla busara, Kultur Shock e Shaking Ray Levis.
Nel 1997 Jazz India le ha commissionato una residenza a Bombay per studiare Thumri, la tecnica vocale del nord dell’India con Dhanashree Pandit-Rai.
Dal 1988 ha suonato in festival in India, Giappone, Hong Kong, Taiwan, Brasile, Argentina, Nord America, e in Europa dell’Est e dell’Ovest.
Nel 2007 la Dream Community di Taipei (Taiwan) le ha commissionato un lavoro di arrangiamento, registrazione e produzione di musica aborigena e popolare taiwanese con ritmi samba dal Brasile. Questi arrangiamenti sono stati suonati dagli studenti della tribù Amis di Taiwan alla Camphor Tree School.
Da più di vent’anni tiene seminari sulla composizione, l’improvvisazione e sulle tecniche vocali estese attraverso gli Stati Uniti e l’Europa.

http://www.amydenio.com/index.html

http://thetiptonssaxquartet.com/amy-denio

ELIO MARTUSCIELLO

Elio Martusciello (Napoli 1959) è un musicista e compositore autodidatta, di musica sperimentale e insegna musica elettronica al conservatorio di Cagliari.
Ha studiato fotografia con Mimmo Jodice e arti visive con Carlo Alfano, Armando De Stefano e Rosa Panaro. La sua estetica musicale deriva essenzialmente dall’arte acusmatica, ma oltre alla composizione musicale acusmatica egli compone per strumenti e live electronics, opera nell’ambito dell’installazione d’arte, dei multimedia, delle arti visive e dell’improvvisazione elettroacustica.
La sua attività artistica
Ana-Maria Avram, Natasha Barrett, Eugene Chadbourne, Alvin Curran, Chris Cutler, Iancu Dumitrescu, Tim Hodgkinson, Thomas Lehn, Lawrence D. “Butch” Morris, Jerome Noetinger, Tony Oxley, Evan Parker, Giancarlo Schiaffini, Mario Schiano, Z’EV.

https://sites.google.com/site/eliomartusciello/

http://www.angelomai.org

 

Evento 04/07/2015 AMBASCIATA DEL BRASILE ROMA

Convite_alta-2

 

https://www.facebook.com/events/371339889722797/

https://www.facebook.com/alipiocneto06

https://it-it.facebook.com/brasile.roma

https://www.facebook.com/mastersonicarts.uniroma2

 

PRESENTAZIONE DEL NUOVO LIBRO DI GIANCARLO SCHIAFFINI

TRAGICOMMEDIA DELL’ASCOLTO

Giovedì 23 aprile
alle ore 18.00

Galleria Monty&Company
Via della Madonna dei Monti 69, 00184 Roma

In occasione del finissage della mostra “Musica preparata” di Massimo Piersanti e Oscar Turco del ciclo SIDE BY SIDE, Irmela Heimbächer è lieta di invitarvi alla presentazione del libro di Giancarlo Schiaffini “Tragicommedia dell’ascolto”, che si terrà giovedì 23 aprile alle ore 19.

Presenteranno il volume Alessandra Carlotta Pellegrini e Alípio Carvalho Neto.
Sarà presente l’autore.

https://www.facebook.com/events/355953947932673/

unnamed-4

http://www.auditoriumedizioni.it

 

Diaspora Mousikē – Gasteig München 29/01/2015

Diáspora Ensemble

WELTMUSIK / ALTERNATIVE
THU, 29.01.15 / 8:00 PM / BLACK BOX
€ 17,–; ERM. € 14,–

U. a. mit
Andreas Martin Hofmeir (ECHO-Preisträger 2013), Tuba
Barbara Stegemann, Oboe
Mathias Lachenmayr, Schlagwerk
Tobias Jackl, Klavier

FAChA Streichquartett

Leitung: Gustavo Brinholi

Das Kammermusik-Ensemble, gegründet von Gustavo Brinholi, Armando Lôbo und Alípio C. Neto, präsentiert in variabler Besetzung Weltmusik und zeitgenössische Musik. Die Künstler stammen aus verschiedenen Ländern und sind meist außerhalb ihres Heimatlandes tätig. Nach Konzerten in Brasilien und den USA kommt das Diáspora Ensemble mit einer Besetzung von neun Musikern wieder nach München.

Zur Aufführung kommen Stücke von Armando Lôbo, Alípio C. Neto und Gustavo Brinholi (Brasilien), Daniele dal Monaco (Italien) und Rodrigo Navarro (Argentinien).

Mit Unterstützung des KR
(Deutsch-Brasilianischer Kulturverein e. V., Puchheim)

 

http://www.diasporamousike.com

http://en.gasteig.de/events-and-tickets/events/di-spora-ensemble.html,v31842

 

unnamed-3
Sabato 22 Novembre 2014
ore 21:30
51° Festival di Nuova Consonanza
Teatro di Tor Bella Monaca – Roma

biglietti: intero 10 euro / ridotto 5 euro
info: 06.3700323 – www.nuovaconsonanza.it
PROGRAMMA
Balletto Meccanico Antheil/Økapi
Quinta essenza* Armando Lôbo
Calunga! Armando Lôbo
Nuovo mondo* Daniele Del Monaco
Voglio vivere ai tropici!** Daniele Del Monaco

*prima assoluta
**prima esecuzione nella versione con l’organo

ENSEMBLE LCP

Daniele Del Monaco
tastiere e direzione

Luca Bloise, Fabio Cuozzo, Josè Mobilia, Giulia Mazzilli
percussioni
video mapping LCP

Con la partecipazione straordinaria di Alípio Carvalho Neto

Un concerto con prime assolute di compositori contemporanei nato dalla collaborazione italo-brasiliana LCP e il gruppo di autori e interpreti brasiliani Diaspora, il compositore Armando Lôbo e il turntablist Økapi.

Musiche di autori italiani e brasiliani evocano i luoghi desiderati, e le fantasie di evasione che si sviluppano nel mondo contemporaneo. Nello spettacolo emergono visioni del moderno che trovano un comune accordo nella dimensione rituale di una festa che celebra la diversità.

Un viaggio attraverso musiche apparentemente distanti nello spazio e nel tempo che hanno in comune la ricerca utopica di un rifugio e il contatto col magico. Un territorio sconfinato di aspirazioni, ambizioni, pulsioni emotive e desideri, che va dall’atarassia e catarsi collettiva ricercata nel suggestivo affresco musicale di Del Monaco (Voglio vivere ai tropici!, Nuovo Mondo), la magia degli automi voluta da Antheil e Leger nel Balletto Meccanico (1924) e reinterpretata dal turntablist Økapi, fino al desiderio di evasione nel sofisticato e ironico mondo rurale di Lôbo (Calunga!, Quinta essenza).

 

 

IMG_0783c
EARly e Teatro Capovolto
presentano:

ALÍPIO CARVALHO NETO

Sassofono, fiati ed elettronica – solo performance

Venerdì 22 agosto 2014, ore 21.30
Verrà chiesto un contributo per la serata.
Per INFO e PRENOTAZIONI: cell. 348-8120557, 340-2519136
Si ringrazia per la collaborazione TEATRO CAPOVOLTO:

www.teatrocapovolto.org

www.facebook.com/pages/Teatro-Capovolto/315275978602196

Via Brigata Marche, 6
Carbonera (Treviso)

ALÍPIO CARVALHO NETO

Nato a Floresta, nello Stato del Pernambuco (Brasile), inizia i suoi studi musicali frequentando la Scuola di Musica di Brasilia. Compositore, poeta e saggista, nel 1997 si è trasferito in Portogallo, come borsista dell’Istituto Culturale di Macao e il Ministero della Cultura del Brasile (Bolsa Virtuose) dove ha portato avanti ricerche presso l’Università di Évora nel campo della musica e della letteratura, in particolare cinese ed araba.
Ha diretto due formazioni internazionali, la IMI Kollektief, il cui disco Snug As A Gun ha ottenuto 4 stelle nel rinomato The Penguin Guide to Jazz Recordings – Ninth edition (Richard Cook e Brian Morton), e il quintetto Wishful Thinking, con l’incisione dal titolo omonimo, Wishful Thinking, entrambe pubblicate dalla Clean Feed Records.
Il passo successivo è stato la formazione, a New York, di un quartetto, l’Alipio C Neto Quartet, con il quale ha suonato e registrato le sue composizioni, riunendole nell’album The Perfume Comes Before the Flower (Clean Feed, 2007), eletto dalla critica americana ed europea come tra i migliori dell’anno. Questo passaggio si è rivelato decisivo per il suo riconoscimento come una delle voci più originali delle avanguardie del jazz contemporaneo. Con una discografia che supera già una dozzina di titoli in varie major, Alipio ha inciso con la casa discografica Terre Sommerse If Not – Progetto Guzman / Omaggio a Mario Schiano, che è stato ampiamente elogiato dalla critica italiana e internazionale.

 

viaggio_mail2

viaggio_mail

10302117_10203576111740546_675959698689524783_n

 

CartazBarricade

Mercredi 14/05 – 20h30

Alípio C Neto – Saxophone
Fred Lyra – guitarre
Marco Quaresimin – Contrebasse
Fran Cossavella – Batterie

La Barricade – 43, rue de Tourtilhe, 75020 Paris
(métro Belleville)

cartaz-2

Jeudi 15/05 – 20h30

Alípio C Neto – Saxophone
Fred Lyra – guitarre
Yoram Rosilio – Contrebasse
Guillaume Béguinot – Batterie

Au Chat Noir – 76, Rue Jean-Pierre Timbaud, 75011 Paris

https://www.facebook.com/au.chatnoir?sk=timeline

Lundi 19/05 – 20h30

Alípio C Neto – Saxophone
Fred Lyra – guitarre
Orlando Legname – electronique
Fran Cossavella – Batterie

10, Rue de la Granges aux Belles, 75010
(métro Coronel Fabien)

https://www.facebook.com/CHEZADEL

Au plaisir de vous y retrouver!

“Moy Majakovskij” di Antonio Ferrara 

Teatro Arvalia

Roma 2 marzo 2014, ore 17:30

MMweb

Giancarlo Schiaffini “L’improvvisazione non si improvvisa”

Palazzo delle Esposizioni 

Roma 28 febbraio 2014, ore 18:00

schiaffini_book

 

Pallazzo delle Esposizioni, Roma

Auditorium e Sale della mostra

Venerdì 28 febbraio ore 18.00

L’improvvisazione non si improvvisa

Alvin Curran, Alípio Carvalho Neto, Giovanni Guaccero, Alessandro Sbordoni, Giancarlo Schiaffini

Nell’ambito della mostra “Anni 70. Arte a Roma” si terrà un concerto di musica improvvisata preceduto dalla presentazione del libro di Giancarlo Schiaffini, E non chiamatelo Jazz, Auditorium edizioni, Milano 2011.

Ore 18.00 Auditorium

Presentazione del libro con la partecipazione di Alvin Curran, Alípio Carvalho Neto, Giovanni Guaccero, Alessandro Sbordoni e dell’autore.

 A seguire nelle sale della mostra concerto di musica improvvisata con

Alvin Curran, Campionatore

Alípio Carvalho Neto, Sassofono

Giancarlo Schiaffini, Trombone

 

IMG_9693-2

Che ruolo riveste l’improvvisazione nelle diverse espressioni della musica d’oggi, jazz, etnica, colta, elettronica…? Giancarlo Schiaffini lo spiega nel libro E non chiamatelo Jazz (Auditorium edizioni, Milano 2011) con humour e competenza, attraverso le sue molte esperienze sul campo e alla luce della collaborazione con i maggiori protagonisti della musica contemporanea internazionale.

Alle ore 18.00 nell’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni parleranno del libro i musicisti e musicologi Alvin Curran, Alípio Carvalho Neto, Giovanni Guaccero, Alessandro Sbordoni insieme all’autore.

Nelle sale della mostra seguirà un concerto di musica improvvisata.

L’improvvisazione in musica è stata una pratica in auge nel corso degli anni settanta. Una scelta espressiva abbracciata da numerosi musicisti alcuni dei quali hanno anche dato vita a ensemble dedicati all’improvvisazione, come i mitici Musica Elettronica Viva (MEV), Gruppo Romano Free Jazz (GRFJ) e il Gruppo di Improvvisazione di Nuova Consonanza (GINC). Due tra i maggiori protagonisti di quella fertile e coraggiosa stagione, Alvin Curran e Giancarlo Schiaffini, insieme ad Alípio Carvalho Neto daranno un esempio dello stato dell’arte dell’improvvisazione oggi.

L’ingresso alla presentazione del libro è gratuito fino a esaurimento posti con entrata dalla scalinata di Via Milano, al concerto si accede con il biglietto di ingresso alla mostra.

http://www.palazzoesposizioni.it/events/Evento.aspx?ide=1255

 

Alípio C Neto Quartetto Brasile

Alípio C Neto – sassofoni

Ezio Peccheneda – chitarra

Javier Moreno – contrabbasso

Marco Ariano – percussioni

 

Ambasciata del Brasile Roma

19 febbraio 2014

ore 20:00

 

Neto / Schiaffini / Lyra TRIO – ROMA

Venerdì 10 Gennaio 2014 ore 19.30
Giancarlo Schiaffini: figura storica della musica d’avanguardia in Italia. Membro della Instabile Orchestra, Schiaffini ha lavorato con artisti come Mario Schiano, Lol Coxhill, Andrea Centazzo e Thurston Moore dei Sonic Youth. Come esecutore, compositore e improvvisatore ha collaborato con il Gruppo di Improvvisazione di Nuova Consonanza, Nuove Forme Sonore, Luigi Nono, John Cage…
Alípio C Neto, sassofonista, compositore, poeta e saggista, nel 1997 si è trasferito in Portogallo, come borsista dell’Istituto Culturale di Macao e il Ministero della Cultura del Brasile (Bolsa Virtuose) dove ha portato avanti ricerche presso l’Università di Évora nel campo della musica e della letteratura, in particolare cinese ed araba.
Ha diretto due formazioni internazionali, la IMI Kollektief e il quintetto Wishful Thinking, con l’incisione dal titolo omonimo, Wishful Thinking, entrambe pubblicate dalla Clean Feed Records.
Il passo successivo è stato la formazione, a New York, di un quartetto con il quale ha suonato e registrato le sue composizioni per l’album The Perfume Comes Before the Flower (Clean Feed, 2007), eletto dalla critica americana ed europea come tra i migliori dell’anno. Questo passaggio si è rivelato decisivo per il suo riconoscimento come una delle voci più originali delle avanguardie del jazz contemporaneo.
Alípio Carvalho Neto è dottorando di ricerca in Storia, Scienze e Tecniche della Musica presso l’Università di Roma “Tor Vergata”.
Fred Lyra: chitarrista e compositore brasiliano, attualmente in Francia dove sta lavorando ad una tesi sulla musica di Steve Coleman.
10 Genn 2014 h 19.30
Blutopia
Via del Pigneto 116/116a, 00176
Roma

 

Alípio C Neto | Fred Lyra Casse-Tet –

ROMA

Alípio C Neto | Fred Lyra Casse-Tet
Alípio C Neto – sassofoni tenore e soprano
Fred Lyra – chitarra
Stefano Cogolo – flauti
Francesco Lo Cascio – vibrafono
Javier Moreno – contrabbasso
Marco Ariano – batteria e percussioni

ALVIN CURRAN

DIRIGE IATO ORCHESTRA

Alvin Curran dirige Iato Orchestra
giovedì 12 Dicembre, alle 21.30
Angelo Mai Altrove Occupato
Viale delle Terme di Caracalla, 55/a, 00153 Roma Tel.329 448 1358
Alvin Curran dirige Iato Orchestra
Alvin Curran – direzione
Mike Cooper – lap steel guitar
Roberto Bellatalla – contrabbasso
Gianfranco Tedeschi – contrabbasso
Stefano Acunzo – basso elettrico
Elio Martusciello – chitarra elettrica
Errico De Fabritiis – sassofono alto
Alberto Popolla – clarinetto basso
Noel Taylor – clarinetto
Sebi Tramontana – trombone
Davide Piersanti – trombone
Enrica Vatteroni – trombone
Mario Camporeale – trombone
Ersilia Prosperi – tromba
Stefano Di Cicco – tromba
Luca Venitucci – fisarmonica,pianoforte
Stefano Tedesco – vibrafono
Eleonora Bruni – voce
Antonia Gozzi – elettronica
Simone Pappalardo – elettronica
Franz Rosati – elettronica
Luca Tilli – violoncello
Tiziano Carone – viola
Fabrizio Spera – batteria
Cristiano De Fabritiis – batteria
Riccardo Labarbera – elettronica
Aurora Barbatelli – arpa
Alexander “Zar” Caric – mandolino,voce
Biagio Orlandi – sassofoni
Alípio C Neto – sassofoni
La collaborazione tra Alvin Curran, Orchestra Iato e Angelo Mai Altrove Occupato nasce nel corso del 2012 con una serie di concerti in cui Curran inizia a sperimentare con l’orchestra trasformandola In breve tempo in un vero e proprio strumento. Un corpo sonoro flessibile e rimodellabile, attraverso il metodo diretto della “conduction”. L’orchestra comprende musicisti molto diversi per estrazione, stile, e grado di esperienza. Al suo interno troviamo improvvisatori, jazzisti, sperimentatori, musicisti classici, folk, elettronici e membri di ensemble bandistici. Un organismo complesso e di ampia sfaccettatura, una molteplicità apparentemente incontrollabile, ma in sorprendente sintonia con la natura altrettanto aperta e articolata del maestro Curran.
In chiusura della stagione 2013 si è deciso di riunire ancora una volta l’orchestra per una breve, ma significativa residenza presso l’Angelo Mai. Il programma prevede tre giorni di lavoro, tra cui, prove, registrazioni di studio, e un concerto conclusivo, o meglio, di apertura di un nuovo ciclo di attività.

Alvin Curran, tra i più importanti compositori contemporanei (uno dei fondatori di Musica Elettronica Viva – 1966/1971), è oggi attivo in Europa e negli Stati Uniti con composizioni per piccoli e grandi ensemble che vanno dall’orchestra, al coro, agli strumenti elettronici, e con installazioni sonore e lavori per la radio, per il video e il teatro.

Iato Orchestra è un grande ensemble nato spontaneamente da un gruppo di  musicisti con l’intento di esplorare insieme nuove e diverse possibilità creative di fare musica. Centro di aggregazione di questa realtà, che include alcuni dei musicisti improvvisatori più attivi nella scena romana, è la rassegna Iato, che dal 2003 organizza stabilmente concerti di musica di ricerca presso “Il Cantiere”, storico spazio sociale a Trastevere (Roma).
12 Dic 2013 h 21.00
Angelo Mai Altrove Occupato
Viale delle Terme di Caracalla, 55/a, 00153
Roma

 

USA → Italia

mercoledì 27.11 –  Sala Casella

ore 18.00 presentazione della monografia L’improvvisazione nelle avanguardie musicali. Roma, 1965-1978 di Giovanni Guaccero, Aracne Editrice 2013. 

interventi di Alvin Curran, Giovanni Guaccero, Alessandro Sbordoni, Giancarlo Schiaffini

Alípio Carvalho Neto moderatore

ore 21.00 concerto

 

Elliot Carter (1908-2012)   Figment IV (2007) per viola sola

Goffredo Petrassi (1904-2003)   Violasola (1978) per viola sola

Domenico Guaccero (1927-1984)   Sonatina (1956-57) per pianoforte

Alessandro Cuozzo (1975)   Tema e variazioni op.40* (2013) per pianoforte

Lowell Liebermann (1961)   Sonata op.13  (1984) per viola e pianoforte

 

Neal Gripp  viola  

Massimo Spada pianoforte

Concerto trasmesso in live streaming su RadioCemat www.radiocemat.org

U.S.A.  Italia si collega ancora all’Accademia Americana, con un confronto di musiche di autori americani ed italiani, mettendo in luce affinità e differenze. Il concerto presenta importanti compositori quali Elliott Carter, scomparso lo scorso anno, e Goffredo Petrassi, di cui ricorrono i dieci anni della scomparsa, Domenico Guaccero allievo di Petrassi, Lowell Lieberman classe 1961 e il giovane Alessandro Cuozzo. Interpreti d’eccezione saranno Neal Gripp, prima viola dell’Orchestra di Montreal e Massimo Spada, raffinatissimo pianista italiano. Il concerto sarà preceduto dalla presentazione della monografia L’improvvisazione nelle avanguardie musicali. Roma, 1965-1978 di Giovanni Guaccero.

27 Nov 2013 h 18.00
Sala Casella
via Flaminia, 118
Roma

APHRODES 5tet  

al FORTE FANFULLA

(23/10 – 21:00)

Alípio C Neto – tenor and soprano saxophones
Luiz Moretto – violin
Greg Burk – moog and melodica
Igor Legari – double bass
Marco Ariano – drums and percussions
23 Ott 2013 h 21.00
Forte Fanfulla (Bistrot Fanfulla)
via Fanfulla da Lodi, 5
Roma

EMUfest – Conservatorio Santa Cecilia

(21/10 – 20:30) – OLANDO LEGNAME

Dark matter” (2013) [8’]

Pianoforte, clarinetto, saxofoni, violino preparato, contrabbasso, entomofono & percussioni, elettronica, video e augmented conductor

Orlando Legname (USA)

Direttore:  Orlando Legname
Clarinetto: Massimo Munari
Pianoforte: Greg Burk
Saxofoni tenore e soprano: Alípio Carvalho Neto
Violino preparato: Luiz Moretto
Contrabbasso: Roberto Bellatalla
Entomofono & percussioni: Marco Ariano
21 Ott 2013 h 19.00
Conservatorio Santa Cecilia
via dei Greci, 18
Roma

Percorsi Sonori

OPERE MUSICALI ED ELETTROACUSTICHE DI

ERNESTO ARDITA

feat. Alípio C Neto et alii

controll3

10 Ott 2013 h 18.00
Ambasciata Argentina in Italia – Casa Argentina
via Veneto, 7 – 2° piano
Roma

Zeitgenössische Musik aus Brasilien

 – Ensemble Uirapuru –

Gustavo Brinholi

WELTMUSIK / ALTERNATIVE
SUN, 22.09.13 / 8:00 PM / BLACK BOX
€ 18,–; ERM. € 12,–

Zeitgenössische Musik aus Brasilien – Ensemble Uirapuru – Gustavo Brinholi

Gustavo Brinholi

Ein Projekt des brasilianischen Musikers, Komponisten und Dirigenten Gustavo Brinholi (Stipendiat des KAAD).

Das Ensemble Uirapuru, konzipiert und gegründet von Gustavo Brinholi und Armando Lôbo, präsentiert Stücke dieser beiden Musiker. Es spielen u. a. ehemalige Akademisten des Symphonieorchesters des Bayerischen Rundfunks und der Münchner Philharmoniker. Special guest: Alipio C. Neto, Saxophon.

Ein Konzert im Rahmen des 25-jährigen Jubiläums des Deutsch-Brasilianischen Kulturvereins e. V.

Mit Unterstützung des KR
(Deutsch-Brasilianischer Kulturverein e. V., München)

http://en.gasteig.de/events-and-tickets/events/zeitgenoessische-musik-aus-brasilien-ensemble-uirapuru-gustavo-brinholi.html,v23604

CONCERTO DI MUSICA ELETTROACUSTICA

A.C. Neto 

ÆOLUS

per sassofoni, flicorno soprano, pianoforte, fischietti brasiliani, contrabbasso, percussioni ed elettronica

http://www.mastersonicarts.uniroma2.it/master/concerti/12-13/13-06-20/elettro.1.html

20 Giug 2013 h 18.00
Università di Roma Tor Vergata,
Via Columbia, 1
Roma

Alípio C Neto | Jean-Marc Charmier 4tet

AlipioM

19 Giug 2013 h 21.00
Forte Fanfulla,
Via Fanfulla da Lodi, 5, 00176
Roma

Alípio C Neto | Jean-Marc Charmier 4tet

BASE ALIPIO tessuto piccolo

14 Giug 2013 h 21.00
Centro Culturale Elsa Morante,
P.le Elsa Morante
Roma

Alípio C Neto | Jean-Marc Charmier 4tet

Lilies a Baldovinetti

13 Giug 2013 h 18.30
Caffè Baldovinetti,
Via Alessio Baldovinetti, 8/10
Roma

Alípio C Neto / Alvin Curran / Roberto Bellatalla / Marco Ariano

Volantino-Ariano-def3-1

27 Mar 2013 h 21.30
Teatro Tordinona,
Via degli Acquasparta, 16
Roma

Alípio C Neto & Marco Ariano Duo – LAMPEDUSA IN FESTIVAL

flyer_10MARretro

flyer_10MARfronte

10 Mar 2013 h 18.00
Caffè Letterario,
via Ostiense, 95
Roma
SCOOP JAZZ BAND
feat. Alípio C Neto
 
“Parlons d’Elle”
 
08 Mar 2013 h 19.00
Ambasciata di Francia,
Palazzo Farnese
Roma

 

ALÍPIO C NETO TRIO

05 Oct 2012 h 19.30
Ambasciata del Brasile, Piazza Navona
Roma

AIR

  • Alípio C Neto – tenor and soprano sax
  • Francesco Lo Cascio – vibraphone and percussion
  • Cristiano De Fabritiis – Drums

New album “AIR”

16 Dec 2011 h 22.00
qb- “Quanto Basta”
S.P. Cimina, km 2.5
Viterbo

evento organizzato da GreedoMusic

Olivieri & C Neto Double Trio “Guzman Project” + Giancarlo Schiaffini, Eugenio Colombo, Pasquale Innarella, Ivano Nardi & Maria Pia de Vito

  • Angelo Olivieri – trumpet, pocket trumpet
  • Alipio C Neto – tenor and soprano sax
  • Silvia Bolognesi – double bass
  • Roberto Raciti – double bass
  • Marco Ariano – drums, percussions
  • Ermanno Baron – drums, percussions

29 Magg 2011 h 21.00
Scuola Popolare di Musica di Testacio
(Museo Macro /ex-Mattatoio)
Piazza Orazio Giustiniani, 4 Roma

Quintetto Harafè

  • Alípio C Neto – tenor and soprano sax
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Ezio Peccheneda – guitar
  • Roberto Raciti – double bass
  • Ermanno Baron – drums

1 Magg 2011 h 21.00
GONE – Via Flaminia, 451 [Ponte Milvio] Rome – Italy

AIR

  • Alípio C Neto – tenor and soprano sax
  • Francesco Lo Cascio – vibraphone and percussion
  • Zsolt “Sarvari” Kovacs – Drums

New album “AIR”

21 Apr 2011 h 22.30
28Divino – Via della Mirandola, 21 Roma

22 Apr 2011 h 22.30
Karashò – Via Pisa, 24 – Marina Di Massa Toscana

Alípio C Neto in collaborazione con il Laboratorio di Musica Jazz / Università di Roma Tor Vergata

Edoardo Fiorini, Alípio Carvalho Neto (sassofoni); Alessandro Campanella, Matteo Serafini (pianoforte elettrico e sintetizzatore); Leonardo Bianchi (basso elettrico); Alessandro Pacifici, Antonello De Simone (batteria); Ariela Petracca (voce)
Responsabile Prof. Giorgio Adamo; Coordinatore Mº Fabio Polese

9 Dec 2010 h 21.00
Teatro Tor Bella Monaca – Sala Grande – Via Bruno Cirino, angolo Viale Duilio Cambellotti Roma – Italia

Alípio C Neto Saxofone Solo “Fragmentos” Maurizio Russo

http://www.yugenearth.com/website/index.html

Alípio C Neto – saxofone alto

23 Jun 2010 h 19.00
Espaço Cultural das Mercês Rua Cecílio de Sousa, 94 Lisboa – Portugal

http://agendalx.pt/cgi-bin/iportal_agendalx/E0009496.html?id=cPYgILfr

http://www.mosaicoprogettuale.it/mauriziorusso.html

Alípio C Neto DIGGIN’ Strings

  • Alipio C Neto – saxophones
  • Valter Marrafa – violoncello
  • Luiz Moretto – double bass

4 Dec 2009 h 23.00
Chapitô, Costa do Castelo, 1/7, Lisboa – Portugal

http://gratuito.blogs.sapo.pt/299440.html

Olivieri & C Neto Double Trio “Guzman Project” (*)

  • Angelo Olivieri – trumpet, pocket trumpet
  • Alipio C Neto – tenor and soprano sax
  • Silvia Bolognesi – double bass
  • Roberto Raciti – double bass
  • Marco Ariano – drums, percussions
  • Ermanno Baron – drums, percussions

(*)Per ricordare i quaranta anni dal concerto del trio di Mario Schiano ad Orbetello. In collaborazione con Ass.ne MoVingMusic (http://www.movingmusic.it/)

9 Oct 2009 h 21.00
2steps2 jazz club – Corso Italia Orbetello (GR) – Italy

http://italia.allaboutjazz.com/php/news.php?id=2719

Alipio C Neto & Angelo Olivieri Quintetto Harafè

  • Alípio C Neto – tenor and soprano sax
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Ezio Peccheneda – guitar
  • Roberto Raciti – double bass
  • Ermanno Baron – drums

8 Oct 2009 h 22.00
Fanfulla 101 – Via Fanfulla da Lodi 101, Roma – Italy

Ivano Nardi IDEA quartet

  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Alípio C Neto – tenor and soprano sax
  • Roberto Raciti – double bass
  • Ivano Nardi – drums

6 Oct 2009 h 22.00
Caffè Latino – Via Monte Testaccio, Roma – Italy

Alipio C Neto & Angelo Olivieri Quintetto Harafè

  • Alípio C Neto – tenor and soprano sax
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Ezio Peccheneda – guitar
  • Roberto Raciti – double bass
  • Ermanno Baron – drums

3 Oct 2009 h 22.15
28DiVino jazz – Via Mirandola 21, Roma – Italy

Quintetto Harafè

  • Alípio C Neto – tenor and soprano saxophones
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Ezio Peccheneda – guitars
  • Roberto Raciti – double bass
  • Ermanno Baron – drums

3, 4 and 5 Sept 2009
jazz.pt’s Anniversary – Quintetto Harafè’s CD Presentation Lisboa / Évora / Fundão – Portugal

http://www.jazz.pt/festival/2009/?p=52

http://www.amoagem.com.pt/Eventos/moazz.html

Daniel Marques Trio

  • Daniel Marques – guitar
  • Alípio C Neto – tenor and soprano saxophones
  • Markus Jaatinen – percussion

16 Aug 2009 h 20.00_Nisville Jazz Festival at Niš Fortress (Niš) – Serbia

http://www.youtube.com/watch?v=wDb4YZXP8FU&feature=related

Quintetto Harafè

  • Alípio C Neto – tenor and soprano saxophones
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Ezio Peccheneda – guitars
  • Roberto Raciti – double bass
  • Ermanno Baron – drums

14 Aug 2009 h 20.00_Roman’s (under Ponte S.Angelo)
Roma – Italy

Alípio C Neto Brazilian Ensemble & Rachele Gigli Photographic Exhibition “ESPAÇOS POLIFÓNICOS”

31 Jul 2009 h 19.00_Livraria Cultura
Recife – Brazil

Novas composições de Alípio C Neto baseadas na polifonia do “Cantu a Tenore” da Sardenha, no “Cante” alentejano e na tradição musical do Sertão pernambucano. O concerto será realizado juntamente com a apresentação do ensaio fotográfico da italiana Rachele Gigli realizado na Sardegna (Itália), no Alentejo (Portugal) e em Pernambuco (Brasil). Um diálogo entre suas respectivas visões de três culturas diversas aproximadas através da música e da narrativa fotográfica.

Alípio C Neto DIGGIN’ Trio

  • Alípio C Neto – saxophones
  • Gil Gonçalves – tuba
  • André Mota – bateria

28 Jun 2009 h 22.00_Convento de São Francisco
Cidade PreOcupada – Montemor-o-Novo – Portugal

O saxofonista Alípio C. Neto apresenta neste trio uma nova série de composições originais. O Diggin’ Trio é um grupo que se caracteriza pela constante exploração e renovação do esprírito contrapontístico.

O diálogo melódico e o desenvolvimento de uma linguagem tímbrica entre os instrumentos assume um relevante destaque, permitindo que os músicos explorem intensamente um vasto acervo de referências rítmicas e melódicas que conduzem para surpreendentes propostas de composição e improvisação.

17 Jun 2009 h 18.30_Espaço APAV & Cultura
Sede da APAV – Rua José Estêvão 135-A – (ao Jardim Constantino) Lisboa – Portugal

Alípio C Neto editou através da Clean Feed vários discos, entre os quais “The Perfume Comes Before the Flower”, gravado em Nova Iorque com Herb Robertson, Ken Filiano e Michael T.A. Thompson. Já em 2009 editou “Paura, The Construction of Fear”, pela editora Creative Sources.
A APAV promove no dia 17 de Junho, pelas 18h30, um concerto jazz com o Diggin’ Trio de Alípio C Neto.
Entrada livre.

Alípio C Neto Diggin' Trio, 17 Junho 2009 APAV & Cultura

Alípio C Neto NY Quartet

  • Alípio C Neto – saxofone
  • Herb Robertson – trompete
  • Ken Filiano – contrabaixo
  • Michael Thompson – bateria

17 Apr 2009 h 21.30_Pequeno Auditório
Culturgest Edifício Sede da Caixa Geral de Depósitos – Rua Arco do Cego, Piso 1 – Tel.:21 790 51 55 Lisboa – Portugal

16 Apr 2009 h 22.00_ sala 2
Casa da Música do Porto – Av. da Boavista, 604-610 – Tel.: 220120220 Porto – Portugal

brasil_web_2_trim_09 copia

brasil_web_2_trim_09 copia

O saxofonista brasileiro Alípio C Neto tornou-se, em poucos anos, uma das principais referências da cena free jazz em Portugal. Os vários títulos gravados para a Clean Feed revelam um compositor e improvisador criativo, que explora caminhos entre o hard bop e o free jazz de forma muito pessoal. Desde o álbum norte-americano de 2007 – The Perfume Comes Before The Flower – mantém uma estreita colaboração com alguns dos melhores solistas de Nova Iorque, que o acompanham neste quarteto.

Desde a sua chegada a Lisboa, o brasileiro naturalizado português Alípio C Neto é uma das figuras da cena do jazz criativo em Portugal. Depois de liderar duas formações internacionais (Imi Kollektief e Wishful Thinking) com trabalhos editados desde 2006, Alípio fez uma incursão muito proveitosa a Nova Iorque onde tocou e gravou as suas composições, editadas no CD The Perfume Comes Before the Flower (Clean Feed, 2007), que está na base do concerto desta noite.Este passo revelou-se decisivo para o seu reconhecimento internacional. Os magníficos músicos que o acompanham neste quarteto interpretam as composições de Neto absorvendo-as primeiro para depois lhe dar um cunho muito pessoal. O resultado musical da banda é tanto rítmico como textural, abstracto e concreto, numa combinação de personalidades com percursos musicais muito diversos.

Alípio Carvalho Neto nasceu em Floresta, Sertão de Pernanbuco, Brasil e veio para Portugal para fazer um doutoramento na Universidade de Évora sobre a poética literária e sua relação com a poética musical. E foi em Portugal que se decidiu definitivamente pela música. No Brasil estudara com Hermeto Pascoal, Roberto Sión, Carlos Eduardo Pimentel (Boogie), Dilson Florêncio, Guilherme Vaz e Ian Guest, entre outros.

Ao longo da sua carreira tocou e gravou com diversos compositores, grupos e orquestras de música brasileira, africana e jazz, entre os quais Armando Lôbo, BRAPO (Brasília Popular Orquestra), Clarence Becton, Brian Groder, Torbjörn Zetterberg, Carlos Zíngaro, Scott Fields, Patrick Brennan, Jean-Marc Charmier, Carlos Barretto, Adam Lane, Michael Attias, Gregg Moore, Angelo Olivieri, Fabrizio Spera, Alex Maguire. Lidera vários projectos como IMI Kollektief (Snug As A Gun, Clean Feed), Wishful Thinking (Wishful Thinking, Clean Feed), Alípio C Neto Trio (com Masa Kamaguchi e Federico Ughi) e Alípio C Neto DIGGIN’.

Editou recentemente pela Creative Sources PAURA The Construction of Fear (com Ernesto Rodrigues, Guilherme Rodrigues, Dennis González e Mark Sanders). Alípio acredita que a música deve expressar para além da cosa mentale, a cosa trascendentale, uma poética dinâmica do artifício humano.

http://www.culturgest.pt/actual/alipiocneto.html

Quintetto Harafè

  • Alípio Carvalho Neto – tenor and soprano sax
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Ezio Peccheneda – guitars
  • Roberto Raciti – double bass
  • Federico Ughi – drums and flute

3 Mar 2009 h. 23.00
Fuoco Nel Fuoco_ Spazio Eventi – via Fanfulla da Lodi (Pigneto), Roma – Italy

27 Feb 2009 h 22.00
Kinà Art Cafè – C.so Trieste 49/A, Marino – Italy

20 Feb 2009 h 19.00
Teatro della Scuola di Musica Insieme per Fare – via Pelagosa 3, Roma – Italy
Seminario improvvisazione + concerto

19 Feb 2009 h 22.00
Fanfulla 101 – via Fanfulla da Lodi, 101, Roma – Italy

Quintetto Harafè

Il quintetto Harafè nasce dalla collaborazione tra il trombettista Angelo Olivieri ed il sassofonista Alípio Carvalho Neto, due musicisti che hanno suscitato l’attenzione di pubblico e critica per le capacità di innovazione dimostrate nell’ambito del jazz e della musica improvvisata, accompagnate da un profondo rispetto della tradizione. L’incontro musicale tra i due avviene tra Lisbona e Roma e si concretizza ad Agosto 2008 quando viene registrata una session di musica improvvisata che porterà alla realizzazione di un CD in produzione per jèi (collana di jazz e musica improvvisata delle edizioni Terre Sommerse). Il CD, realizzato in collaborazione con l’associazione culturale Giazzè sarà sul mercato nel 2009. Alla registrazione prendono parte il chitarrista Ezio Peccheneda, il contrabbassista Roberto Raciti e il batterista Federico Ughi, musicista romano trasferitosi a New York dove ha lavorato con musicisti del calibro di William Parker e Daniel Carter.
Il sound del gruppo è fortemente caratterizzato dalle trame generate dalle linee melodiche di Olivieri intrecciate con le pirotecniche evoluzioni del sassofono di Neto, impreziosite dalla sapienza armonica di Peccheneda, dal groove di Raciti e dal drumming creativo di Ughi. Il risultato è una musica dal forte impatto e di grande energia.

http://www.jazzitalia.net/VisEvento.asp?ID=30751&idblog=0

Franco Ferguson & Improring

  • Alípio Carvalho Neto – tenor and soprano sax
  • Angelo Olivieri – trumpet and pocket trumpet
  • Greg Burk – moog
  • Roberto Raciti – double bass
  • Claudio Sbrolli – drums

24 Feb 2009 h. 22.00
Fanfulla 101 – via Fanfulla da Lodi, 101 Roma – Italy